archivio

Archivi tag: twitter

Se non vi siete ancora iscritti a Twitter o se lo avete fatto ma avete poi lasciato perdere, questo è il momento di riprendere le pentole in mano e rimettersi a cucinare qualche buon tweet.

Avevamo già parlato di quanto questo social network poco conosciuto sia davvero interessante da scoprire. L’importante è seguire le persone giuste, secondo i vostri interessi. Su twitter trovate davvero molti personaggi famosi, giornalisti, testate importanti e meno importanti e poi una infinità di blogger. Basta iniziare a guardare il flusso delle notizie e appena trovato qualcuno che vi piace farci un bel Follow.

Da ieri, poi, potete impostare anche su Twitter una immagine di copertina (un po’ come accade con la timeline di Facebook) che serve a presentarvi meglio, ad arricchire il vostro profilo, a mostrare il vostro biglietto da visita. Per poter mettere una copertina è sufficiente andare da Impostazioni-Account, poi cliccare su Aspetto e scegliere una immagine che vi piace sulla voce Testata.

Provateci. Almeno ad avvicinarvi. Vedrete che assaggiando qualche buon tweet capirete che non ne potrete più fare a meno.

Annunci

“Ma come non sei su Facebook? Ci sono tutti!” Effettivamente se non siete ancora sbarcati sul “sito in blu” potreste essere considerati delle mosche bianche. Ma se siete ancora degli Asocial e non vi siete iscritti a nessun social network, prima di farlo potete fermarvi ancora un attimo, pensare quello che più può interessarvi e registrarvi di conseguenza. Inutile avere un account su Facebook, uno su Twitter, un paio su Pinterest (magari perché vi eravate già registrati e non ricordate nemmeno più la password). Proviamo a capire insieme a cosa servono i principaloli social network.

Facebook. Questo è il social più social che c’è, perché effettivamente ci trovate davvero molte delle persone che conoscete. Prima di fare Login la guida  di Chiara Cini può esservi utile. Potete ricercare gli amici di scuola, i vicini di casa, i colleghi di lavoro e condividere foto, pensieri, poesie, aforismi. Tutto quello che vi capita per le dita. E il difetto a volte è proprio questo: vi scorreranno una valanga di notizie che vi interesseranno davvero poco. Effetto collaterale: noia.

Twitter. Avrete sentito dire dei cinguettii, del presidente Obama che ci ha vinto le elezioni (molti la fanno così, semplice), del fatto che potete seguire anche personaggi famosi. Registrando un account Twitter potete seguire chiunque. A differenza di Facebook il seguirsi non è reciproco, quindi anche i personaggi più famosi possono essere letti senza avere da loro “l’amicizia”. E’ forse per questo che in bacheca vedrete scorrere notizie molto interessanti se sceglierete le persone giuste da seguire. Ma attenzione: Twitter va conosciuto almeno un po’. Vi consiglio di leggerci un bel libro (come la guida di Federica Dardi). Effetto collaterale: disorientamento e abbandono del campo.

Pinterest. Qui si “ragiona” per board o lavagna sulle quali poter attaccare come nelle vecchie lavagne magnetiche delle immagini o dei video che ci hanno colpiti gironzolando su Internet. Questo social è molto semplice. Si può guardare le board di altri, costruire le proprie, rifugiarsi in questo bel posto pieno di immagini. Prima di registrarvi potete leggere questo post interessante di Sara Maternini. Se però non trovate un tema da seguire e da costruire, vi annoierete molto presto. Effetto collaterale: frastuono da immagini.

Pensateci su ancora un po’. Non c’è fretta. E quando deciderete di diventare più Social vedrete che sarà difficile rifare un passo indietro.