archivio

Archivi tag: password

Puntuale come un orologio svizzero arriva la classifica delle 25 password più usate (e quindi più banali) dell’anno. E torna, con questa, il tormentone degli hacker che hanno vita semplice, che non devono fare sforzi di fantasia per capire le nostre “chiavi di accesso” a pc, programmi, telefoni. A divulgare la lista delle password è SplashData, che mostra come al primo posto della parola segreta più usata ci sia ancora “password”, seguita da 123456, 12345678 (se serve più lunga), abc123.

Nessuna rivelazione di grossa portata se si pensa che ogni anno la classifica si ripete ed è più o meno la stessa. A giustificare la scarsa creatività di chi le password le sceglie c’è sicuramente il fatto che occorre averne tantissime (dal pin del bancomat a quello del telefonino passando per l’allarme di casa e quello dell’ufficio). E siccome non possiamo avere una memoria così ferrea da ricordare tutto va a finire che usiamo per tutti la stessa password (cosa abominevole ma che può salvare la salute mentale) o scriviamo direttamente in chiaro le password su un foglietto che magari teniamo pure in bella vista.

E questo accade non solo per la difficoltà nello scegliere combinazioni di caratteri più difficili da scovare, ma proprio per la percezione che essendo questa una chiave virtuale, il diffonderla può fare meno male che il regalare copie della chiave di casa. Questo senso del virtuale forse ci frega. E continuiamo così imperterriti a scrivere sequenze banali, pur avendo letto e riletto le regole secondo cui la lunghezza deve essere minimo 8 caratteri, deve contenere numeri, lettere e caratteri speciali, deve essere diversa dalle ultime due che abbimo messo, deve essere cambiata almeno ogni tre mesi….Ma volete mettere il comodo di una parola banale quando si apre il pc? Vogliamo parlare della tranquillità che dà una password che seppure ce la scordiamo troviamo sempre qualcuno in grado di dircela? Come disse una volta una signora “Sai che c’è? Io metto la data del primo incontro con mio marito. Tanto non se la ricorda neppure lui!”

Annunci

Il venerdì è un momento magico per chi vuole prendere confidenza con il social network. Si avvicina il week end e magari avete un po’ più di tempo libero per fare manutenzione alla vostra pagina Facebook. Potete decidere di passare il tempo vedendo scorrere i post altrui, scrivendone di vostri o aggiustando la social casa in modo da renderla migliore, un po’ come quando si decide di ridipingere le pareti o riparare qualcosa che non funziona.

Un’ottima abitudine, anche se vi siete registrati da poco, è quella di cambiare la password, che non deve mai essere banale (no al nome dei figli, del compagno, alla data di nascita di qualcuno). So che è diventato un lavoro ricordare le password, ma mettendone una troppo semplice si rischia chi chiunque, anche solo per curiosare, possa avere libero accesso al vostro spazio. Andando da Impostazioni Account, sul profilo Generale, puoi modificarla cliccando su Modifica vicino alla voce Password.

Altro modo per attivare l’impianto di allarme è, andando sempre da Impostazioni Account e accedendo a Protezione, è attivare la Navigazione protetta, che vi consente di avere notifica degli accessi al profilo. Ogni volta che qualcuno entra su Facebook (e si spera siate sempre voi) vi arriva una mail che vi avverte.

Già che ci siete e che intendete migliorare, fate anche una cosa che sarà apprezzata dall’intera umanità: riguardate i vostri post prima di pubblicarli. Evitate gli orrori d’ortografia, l’abuso dei puntini di sospensione che è vero non si pagano ma se ne vedono davvero a iosa, non scrivete in maiuscolo pensando di essere notati. Per farsi notare non serve scrivere in maiuscolo. Serve scrivere cose interessanti. E buon social week end a tutti