archivio

Archivi tag: iphone

Un articolo su Mashable dà indicazione del come mantenere “segrete” o quanto meno non proprio condivise le proprie foto scattate con lo smartphone o con il tablet. Vengono suggerite diverse app che si possono utilizzare (KeepSafe che crea una cartella riservata accessibile solo con password o Secret Folder che presenta un sistema di protezione con password “complesse”).

Il motivo per cui mettere al riparo alcune immagini scattate? Niente malizia. Il post cita l’esempio del figlio che, intento a giocare con un’app su iPad, magari vede (per colpa della sincronizzazione di iCloud) una foto scattata dal padre del regalo che gli si vuol fare per Natale. E..puff! Addio sorpresa e magia. Ma, certo. Quando si legge di quanto le cose contenute nel nostro telefono siano davvero a portata di sguardo, un po’ di panico viene sempre. Lo vedi negli occhi di chi non conosce bene alcune dinamiche e certi servizi. Appena spieghi come sia facile, quasi naturale, mettere i nostri dati “in comunione” vedi salire l’ansia nel volto dell’ignaro smartphonista. Che magari non va in giro a scattare foto per lui compromettenti. Ma fosse anche un particolare che vuol tenere segreto, custodito nella propria appendice trillante…

Ora, “app apparte”, basterebbe sapere come funzionano i servizi prima di usarli. Cercare su google il nome del servizio, leggere e capire a cosa serve. Così, tanto per non nascondere niente ma evitare pure di fare “Oops”, come dice il post, e portare in dono sotto l’albero una brutta sorpresa.

Annunci

La felicità è accarezzare un cucciolo caldo caldo, è stare a letto mentre fuori piove, è passeggiare sull’erba a piedi nudi, è il singhiozzo dopo che è passato“. Così diceva Charlie Brown per dire che la felicità sta in mille piccole cose come in nessuna, sta in un momento come in un’intera giornata. La felicità può anche non starci per lasciare posto alla serenità. Sicuramente la felicità non può stare in un’app.

Sull’Apple store, ad un prezzo piccolo piccolo che può farvi felici, c’è Moodscope, un’applicazione per iPhone che vi permette di registrare ogni giorno i vostri stati d’animo inserendo una barretta colorata per avere a fine mese un bel grafico del vostro umore.

“Lo scopo dell’applicazone è molto semplice” si legge nella sua presentazione. Ma più che semplice potremmo anche definirlo poco interessante. Un modo per perdere il nostro tempo nello spiticchiare sul telefono per registrare uno stato d’animo che solo per il fatto di dover essere misurato non può avvicinarsi neppure alla felicità.

Mi auguro che i vostri momenti felici non siano delle barrette rosse sull’iPhone. Perché la felicità può anche essere il singhiozzo dopo che è passato. Ma quella vera non ha bisogno di essere misurata.

Lo so, alla tecnologia non vi siete ancora appassionati troppo. Ma il richiamo di un iPhone è invincibile per chiunque. E l’iPhone 5 presentato ieri diventa un incentivo a farsi un regalo prima dell’arrivo del Natale (il 28 settembre dovrebbe essere il primo giorno utile per fare la file davanti ad un Apple store e “aggiudicarsi” il non economico smartphone).

Con tutti gli annunci fatti da diversi mesi a questa parte vi sareste aspettati un telefono particolarissimo, molto diverso dall’iPhone del vostro amico. E invece…

Il nuovo iPhone nella forma somiglia molto al 4s, solo che nel tempo è cresciuto d’altezza (il display è di 4 pollici), si è assottigliato ed è diminuito di peso (circa il 20 per cento in meno).

Altre cose così a prima vista non ci sono. E le novità sono tutte belle nascoste nel “ferro”. Il nuovo sarà più veloce (ha un processore Apple A6), scatterà foto di migliore qualità, avrà una batteria che dura più a lungo e vi permetterà di navigare più velocemente.

Le qualità in pratica, come le cose importanti de “Il piccolo principe”, sono invisibili agli occhi. Il prezzo invece no. Ed è aumentato di poco rispetto al vecchio modello. Se sono confermate le voci le tre versioni in Italia costeranno 729 euro, 829 e 949.

Pensavate ad un colore shock da mostrare agli amici per far notare il nuovo acquisto? Anche in questo caso, niente da fare. Colore bianco o nero. Poi al caso sbizzarritevi con la custodia. Magari con su scritto “Mi sono svenato ma ho il nuovo iPhone 😉