archivio

Archivi tag: apple

Debutto in Italia il giorno dei morti per il tanto decantato ed atteso (?) iPad mini. Il figlio piccolo dell’iPad è stato presentato ieri ed effettivamente somiglia ad un bel neonatino con lo schermo da 7,9 pollici, i suoi 7,2 millimetri di spessore e i 310 grammi di peso (il 23% più sottile e il 53% più leggero di un iPad3). Per il costo le aspettative erano forse diverse, visto che non c’è una enorme differenza di prezzo tra mamma e figlio. Il mini, infatti, nella sua versione a 16 Gb si pagherà 329 euro per arrivare ai 529 euro della 64 GB (se si pensa che un Kindle fire che dovrebbe essere il diretto concorrente ne costa da 199 a salire…). Non possono deludere le caratteristiche tecniche: chip A5 dual core, videocamera FaceTime HD, fotocamera iSight da 5 megapixel e wireless ultraveloce. Ovvia la compatibilità con tutte le applicazioni presenti in App store.

Nessun effetto wow, come hanno scritto in diversi su molte testate di settore. Non so bene cosa ci si aspettasse per poter fare una tale esclamazione, ma grandissime novità non ci sono. In compenso sono sicura che ci sono già quelli pronti a fare la fila per accaparrarsi un iPad mini. Magari da affiancare (e questo davvero meriterebbe uno studio sulla sindrome da acquisto senza senso di novità tecnologiche) all’iPad grande. E pure all’iPhone5. Oltre che a un Kindle per leggere. E a un Kindle Fire che “non si sa mai, può servire, in America va molto di moda”. Invece che seguire le mode del momento e pensare che avere l’ultimo oggettino della mela morsicata può fare la differenza per farvi notare in una riunione o in un convegno, riflettete. Su quello che vi serve. Sulle esigenze di lavoro che avete. Su quello che siete in grado di imparare a fare con un nuovo strumento tecnologico. Perché nonostante anche l’iPad si possa sfiorare non va confuso con la lampada di Aladino.

Annunci

Lo so, alla tecnologia non vi siete ancora appassionati troppo. Ma il richiamo di un iPhone è invincibile per chiunque. E l’iPhone 5 presentato ieri diventa un incentivo a farsi un regalo prima dell’arrivo del Natale (il 28 settembre dovrebbe essere il primo giorno utile per fare la file davanti ad un Apple store e “aggiudicarsi” il non economico smartphone).

Con tutti gli annunci fatti da diversi mesi a questa parte vi sareste aspettati un telefono particolarissimo, molto diverso dall’iPhone del vostro amico. E invece…

Il nuovo iPhone nella forma somiglia molto al 4s, solo che nel tempo è cresciuto d’altezza (il display è di 4 pollici), si è assottigliato ed è diminuito di peso (circa il 20 per cento in meno).

Altre cose così a prima vista non ci sono. E le novità sono tutte belle nascoste nel “ferro”. Il nuovo sarà più veloce (ha un processore Apple A6), scatterà foto di migliore qualità, avrà una batteria che dura più a lungo e vi permetterà di navigare più velocemente.

Le qualità in pratica, come le cose importanti de “Il piccolo principe”, sono invisibili agli occhi. Il prezzo invece no. Ed è aumentato di poco rispetto al vecchio modello. Se sono confermate le voci le tre versioni in Italia costeranno 729 euro, 829 e 949.

Pensavate ad un colore shock da mostrare agli amici per far notare il nuovo acquisto? Anche in questo caso, niente da fare. Colore bianco o nero. Poi al caso sbizzarritevi con la custodia. Magari con su scritto “Mi sono svenato ma ho il nuovo iPhone 😉